www.mercurival.com

Logo Mobile

“Ciao Italia, ici Genève!”: la SAIG premia il Ristorante Kytaly - di Carmelo Vaccaro

Il Ristorante Kytaly ha indovinato un concetto d’italianità che piace ad ogni fascia d’età. Rinomato nel mondo della gastronomia italiana a Ginevra, questo ristorante amichevole e chic mantiene uno status di eccellenza culinaria con ricette sane e gourmet, realizzate con prodotti selezionati da produttori italiani, custodi di una rinomata fama in termini di prodotti gastronomici. La scelta del prodotto è una delle qualità culinarie che distingue il Kytaly. Il ristorante lavora a stretto contatto con diversi produttori italiani,  in un contesto di ricerca costante dell'eccellenza e della qualità che, da Kytaly, arriva fino all'offerta di pane fatto in casa.


Alessandro Bortesi, fondatore di Kytaly
Riscoprire il piacere e i sapori della gastronomia italiana nel cuore di Ginevra è ciò che ha portato Alessandro Bortesi, architetto di formazione, a fondare Kytaly nel 2014. Imprenditore nel cuore e amante dei prodotti italiani, Alessandro ha appena lanciato Nergroncino, un marchio con un futuro brillante, dato che molte idee e progetti sono attualmente in fase di sviluppo.

Per quanto sopraccitato, la SAIG ha scelto di premiare, per il mese di maggio 2022, il Ristorante Kytaly del premio  “Ciao Italia, ici Genève! “La tradizione culinaria italiana a Ginevra”.

Continua il viaggio gastronomico e culturale attraverso i ristoranti della Città di Ginevra, che sottolineano la propria appartenenza alla tradizione imprenditoriale e culinaria italiana.

La redazione de “La Notizia di Ginevra” fa tappa al  Ristorante Kytaly per intervistare il Direttore della firma gastronomica italiana a Ginevra, Marco Magnolini, che ci ha aperto le porte per rispondere alle nostre domande.

Marco, una delle cose che ci ha incuriosito di questo Ristorante è il nome: perché Kytaly e cosa vuol dire?
Il nome Kytaly è nato con la fusione del “ki” della filosofia orientale, simbolo della positività e l’Italia culla della cultura mediterranea.

Il Kytaly esercita vicino al quartiere delle banche e quindi, a rapporto con un certo tipo di clientela, come hanno accolto il trend particolare che proponete?
Kytaly è situato a Boulevard Georges Favon 12 un quartiere che sta crescendo molto, come dice lei il quartiere delle banche. Nel nostro ristorante prevalentemente a pranzo sono proprio i banchieri e persone degli uffici di questo quartiere, una clientela molto esigente che ha accolto molto calorosamente il nostro concetto di ristorazione.

Ristorante e pizzeria del Kytaly, due accurate qualità gastronomiche, quale messaggio volete comunicare alla clientela?
In effetti il nostro messaggio è che la nostra cucina rispecchia i valori delle materie prime, il gusto della tradizione, ma allo stesso tempo sperimenta qualche combinazione per una proposizione contemporanea per la Pizzeria e del Ristorante. Proprio grazie a queste combinazioni siamo arrivati ad avere diversi articoli di guide importanti, e riconoscimenti come i due spicchi “Gambero Rosso International”,  il 10 posto delle migliori pizzerie d’Europa per la guida “50 Top Pizza”.

Marco, ti ringrazio per avermi fatto gustare il famoso “Negroncino”, un cocktail nato proprio al Kytaly. Ci puoi spiegare di cosa si tratta e quale impatto ha sulla clientela?
Si Negroncino è un'altra  idea di Alessandro Bortesi creatore di Kytaly. Un cocktail nato proprio a Kytaly, dove dal primo momento che è stato servito ha avuto un impatto veramente positivo sulla nostra clientela diventando la nostra firma. Questo cocktail è un mix di Vermouth Mancino, Rinomato Bitter e il miglior Gin italiano “Più Cinque”. Alessandro ha voluto creare un cocktail di altissima qualità utilizzando prodotti Italiani rivisitando uno dei cocktail più anziani e famosi al mondo come il Negroni.  Il nostro Negroncino è già imbottigliato pronto ad essere servito dando la stessa sensazione di avere un cocktail preparato da un grande barman anche a casa propria.

Una domanda destinata a chi riceve la targa di “Ciao Italia, ici Genève!: Come accogliete questo premio che la SAIG ha il piacere e l’onore di consegnarvi?
Per noi ricevere un premio è sempre un onore. Accogliamo molto calorosamente il riconoscimento da parte della SAIG proprio perché Kytaly è un concetto di Italianità alla ricerca dell’eccellenza e della miglior qualità.  Quindi essere riconosciuti per questo ci fa molto piacere.

Complimenti al Kytaly per aver saputo collocare l’innovazione di un concetto di italianità nel panorama gastronomico ginevrino. Grazie a Marco Magnolini per averci accolto e per la sua disponibilità.

Foto: Riccardo Galardi