www.mercurival.com

Logo Mobile

Carmelo Vaccaro rieletto alla coordinazione della SAIG per il biennio 2021-2023

Malgrado la precaria situazione sanitaria, ma con le dovute precauzioni, lo scorso 1° aprile si è svolta la riunione del Comitato SAIG dove, all’ordine del giorno figurava l’elezione del Coordinatore. I membri del Comitato presenti, quasi al completo, hanno confermato all’unanimità Carmelo Vaccaro alla carica di Coordinatore della Società delle Associazioni Italiane di Ginevra per il biennio 2021-2023.


“Sento la responsabilità di questo ruolo” ha commentato Vaccaro, “specialmente in un momento delicato come quello che sta attraversando il mondo della Cultura, e del Sociale, due pilastri della vita di tutti giorni che si aggiungono a quelli che molti esercenti stanno vivendo. Noi della Società delle Associazioni Italiane di Ginevra (SAIG), come piccoli attori nel teatro della vita, vogliamo continuare a dare una mano affinché i nostri anziani e tutti i destinatari delle nostre attività, possano sentire meno il peso di questa Pandemia”.  

Mi rallegra costatare la costante evoluzione di questa SAIG. Per questo, mi pregio di fornire alcune informazioni sul lavoro svolto, a favore dei connazionali del Cantone di Ginevra e sull’evoluzione di questo gruppo di italiani che, insieme al sottoscritto, ha contribuito a scrivere una pagina di storia che rimarrà indelebile nel panorama associazionistico italiano all’estero.

Ringrazio il Comitato direttivo per l’impegno profuso negli ultimi due anni durante i quali la SAIG si è confermata quale locomotiva per la diffusione della lingua e cultura italiana per le sue molteplici programmazioni di attività innovative come “Le Eccellenze Italiane a Ginevra” valorizzando, al contempo, la cultura regionale attraverso degli eventi organizzati ad hoc. Purtroppo, a causa di questa pandemia, non è stato possibile, nel corso del 2020, di poter ospitare a Ginevra la Regione Sicilia. Desidero, però, sottolineare il contestuale il potenziamento del sistema informativo della SAIG, con la creazione di una piattaforma informativa web, un canale video YouTube, un nuovo studio televisivo in sede con una regia orchestrata dall’infaticabile Riccardo Galardi. Non posso certo esimermi di elogiare con un fervido ringraziamento particolare la Redazione del mensile della SAIG, “La Notizia di Ginevra.

Oltre al Comitato direttivo, mi corre l’obbligo di ringraziare chi collabora con la SAIG, i tanti volontari e gli amici che ci permettono di realizzare eventi culinari come Giuseppe Pelleriti e Antonio Bello e l’importante collaborazione con “l’Antenne sociale de proximité Servette Petit-Saconnex/Saint-Jean” della Città di Ginevra e tanti altri che, con un piccolo aiuto, rendono la SAIG quella che è!

Esprimere gratitudine a tutti coloro che sono vicino a questa realtà che opera nel solo intento di rappresentare quelli che sono i valori italiani, quelli puliti, quelli che hanno distinto gli italiani emigrati nel mondo, non è solo un dovere ma anche un riconoscimento di alto profilo morale. Grazie a tutti i miei colleghi per la fiducia accordatami e confido in un gruppo forte e coeso per continuare ad innalzare alto il tricolore, attraverso l’esperienza acquisita in questi ultimi 14 anni”.

Conclude il Coordinatore SAIG: “In questi anni ci siamo evoluti come una famiglia che ha avuto la capacità di saper interpretare il suo ruolo e si è imposta per realizzare ciò che è stato realizzabile.

Tutto ciò che è stato compiuto fino ad oggi dalla SAIG è stato possibile, e lo è ancora, grazie all’impegno del Comitato della SAIG e dei comitati delle rispettive associazioni che la compongono, nonché grazie alla considerazione della Città di Ginevra e dei comuni di Carouge, Onex e Vernier e il Comune di Chêne Bourg con cui si intrattengono interessanti, ottimi e continui rapporti interculturali”.

Al via, dunque, un nuovo biennio per la SAIG. Che sia proficuo e foriero di novità e soddisfazioni.