www.mercurival.com

Logo Mobile

Scomparsa dell’amico Dario Marioli, compagno e maestro di vita in tante battaglie sociali in difesa dei più deboli

Con profonda tristezza abbiamo appreso della scomparsa dell’amico Dario Marioli, compagno e maestro di vita in tante battaglie sociali in difesa dei più deboli e dei diritti dei lavoratori italiani emigrati.


Dario Marioli, che ci ha lasciato dopo aver appena festeggiato il suo novantesimo compleanno, era emigrato in Svizzera giovanissimo fin dall’immediato Dopoguerra. Da subito si impegnò nella Federazione Socialista Italiana in Svizzera (FSIS) e nel sindacato metallurgico elvetico (FOMO – oggi sindacato UNIA) divenendone successivamente un apprezzato dirigente.

Agli inizi degli anni Sessanta si fece promotore di un accordo di collaborazione tra la FOMO ed il sindacato italiano UIL che consentì, poi, l’apertura di sedi del patronato ITAL nelle varie regioni linguistiche della Svizzera per garantire – in sinergia con la FOMO – una più ampia tutela sociale e previdenziale ai lavoratori italiani emigrati nella Confederazione. Emigrati che stavano vivendo anni turbolenti per il clima antistraniero che stava montando in Svizzera.

Nella sua veste di coordinatore del patronato ITAL in Svizzera, Dario ebbe modo di farsi apprezzare sia dalla comunità italiana che lo elesse come suo rappresentante nel Comitato di Coordinamento degli Italiani all’Estero (CCIE) - precursore dell’attuale Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE) – che dalla dirigenza nazionale del patronato e della stessa UIL tanto che, prima, gli venne assegnato l’incarico di coordinatore europeo dell’ITAL e, poi, venne candidato ed eletto a Bruxelles alla Segreteria della Confederazione Europea dei Sindacati (CES) in rappresentanza di CGIL-CISL-UIL.

Al termine di questo suo mandato nella CES, agli inizi degli anni Ottanta, non avendo mai interrotto i suoi legami né con la FOMO né con l’ITAL, rientrò in Svizzera per assumere la responsabilità della Segreteria della FOMO di Bienne, incarico che ricoprì sino al suo pensionamento.

Contemporaneamente a questo suo ultimo incarico nel sindacato elvetico, Dario Marioli da membro dell’Ufficio di Presidenza dell’ ITAL in Svizzera ha svolto un ruolo importante per favorirne ulteriormente la crescita, nonché dato un notevole contributo alla nascita ed allo sviluppo in Svizzera dell’Unione degli Italiani nel Mondo (UIM), l’associazione promossa dalla stessa UIL.

Certi di interpretare anche i sentimenti di quanti hanno avuto la possibilità di conoscere ed apprezzare Dario, formuliamo ai suoi tre figli Franco, Bruno e Paolo le più sentite condoglianze.

Ciao Dario, che ti sia lieve la terra !

La Presidenza ed il personale dell’ ITAL UIL Svizzera
La dirigenza ed i soci della UIM Svizzera