www.mercurival.com

Logo Mobile

CORONAVIRUS: ALCUNE INFORMAZIONI UTILI IN COLLABORAZIONE CON L'AMBASCIATA ITALIANA DI BERNA

Si informano i connazionali che a seguito delle decisioni adottate dal Consiglio Federale elvetico venerdì 13 marzo 2010, le frontiere del paese restano aperte ma con la reintroduzione dei controlli, in eccezione temporanea alle norme dell'Accordo di Schengen. Tuttavia per coloro che provengano dall'Italia è in principio escluso l'ingresso nella Confederazione, a meno che si tratti di cittadini svizzeri in rientro, di cittadini stranieri muniti di permesso di soggiorno svizzero o di lavoro. Secondo quanto specificato dalle Autorità elvetiche i lavoratori frontalieri provenienti dall'Italia potranno continuare a fare ingresso in Svizzera, così come i cittadini italiani residenti a Campione d'Italia.


Si invita a prestare attenzione e ad attenersi alle eventuali ulteriori misure adottate dai singoli Cantoni.

Si ricordano inoltre le limitazioni agli spostamenti all'interno del territorio italiano introdotte dai DPCM dll'8, 9 e 11 marzo 2020.

L'Ambasciata d'Italia a Berna e tutti gli Uffici consolari della rete svizzera sono attivi per prestare assistenza ai cittadini italiani, anche in transito, che abbiano difficoltà nei loro spostamenti, sempre nel rispetto delle norme svizzere e italiane.

E' stata altresì disposta la sospensione su tutto il territorio svizzero delle attività didattiche presenziali nelle scuole, nelle università e negli altri centri di istruzione, fino al 4 aprile 2020. Si suggerisce di prendere contatto con le singole istituzioni scolastiche e con gli enti gestori dei corsi di lingua e cultura italiana per ogni utile dettaglio, comprese eventuali offerte di modalità alternative di didattica.

Sono infine vietati in Svizzera, fino al 30 aprile, tutti gli eventi pubblici che prevedano la presenza di oltre cento persone. Per i ristoranti, i bar e analoghe strutture il limite di presenza è di cinquanta persone compreso il personale.

Per usufruire dei servizi consolari di Basilea, Ginevra, Lugano, Zurigo e del Consolato Onorario di San Gallo, si invitano gli utenti a consultare i siti web dei citati Consolati.