www.mercurival.com

Logo Mobile

Chiarimento contributi Corsi di Lingua e Cultura Italiana

Il Ministero Affari Esteri promuove l’apprendimento dell’italiano attraverso i Corsi di lingua e cultura. I Corsi sono diffusi in quasi tutti i Cantoni elvetici e offrono alle famiglie un’opportunità di potenziare il plurilinguismo delle/dei proprie/i figlie/i e di affrontare un esame di certificazione linguistica riconosciuta in Svizzera e in tutta Europa, importantissimo per l’inserimento nel mercato del lavoro svizzero.


Il Ministero Affari Esteri invia insegnanti dall’Italia e offre un contributo finanziario ad alcuni Enti che collaborano all’organizzazione dei corsi sul territorio.

Questi i loro compiti:
- pagare l’affitto delle aule scolastiche in cui si svolgono i corsi nelle scuole svizzere che lo richiedono;
- comprare i libri di testo e altro materiale per tutte/i gli/le alunne/i;
- organizzare propri corsi di lingua e cultura nelle zone non servite dal personale del Ministero;
- assumere il personale e gestire le pratiche amministrative collegate;
- organizzare gli esami di certificazione linguistica nei casi in cui l’Ente sia anche Centro d’esame accreditato.

Il finanziamento del Ministero all’Ente, in forma di contributo, arriva due volte l’anno ed il Ministero richiede all’ente gestore un investimento  “proprio” in termini finanziari.

Solo eventualmente, e ove l’Ente ne ravvisi la necessità al fine di soddisfare tutti gli impegni di spesa, l’Ente si attiva per raccogliere altri contributi volontari da parte delle famiglie.

Il contributo così richiesto:
- non è destinato alle/i docenti del Ministero, ma serve per il funzionamento di tutti i corsi e ad acquistare materiali e libri di testo per tutte/i le/i ragazzi;
- è volontario e può essere anche più basso della cifra chiesta dall’Ente o anche non riconosciuto;
- famiglie con più figlie/i e/o in difficoltà ricevono sempre delle facilitazioni.

Pietro Maria Paolucci
Console d'Italia in Basilea